TRAIL MTB MTB 02

La partenza è in Piazza 7 Maggio a quota 565 mt slm, si attraversa il centro storico del paese con i suoi caratteristici vicoli e percorrendo la  sp201 in direzione Umbertide ci si dirige verso l’inizio vero e proprio del percorso.

Si parte con una salita di  circa 1 km al 10% di pendenza su strada imbrecciata, che viene lasciata girando a SX appena prima di arrivare alla stazione di comando dei carabinieri forestali di Pietralunga. Successivamente tramite brevi sali e scendi sempre su strada imbrecciata ci si dirige verso il primo sentiero del percorco lungo circa 1 km, questo è caratterizzato da strappi seguiti da brevi discese, il  fondo sterrato alterna tratti  scorrevoli e sconnessi con presenza di pietrame.

Il sentiero termina in corrispondenza della strada comunale che conduce al Monte Croci la cui sommità e posta a quota 735 mt di altitudine.

Questa prima parte di percorso all’ interno dell’ oasi naturalistica di Candeleto è caratterizzata da un ambiente naturale incontaminato e dalla costante presenza di ombra.

Si prosegue quindi su strada asfaltata in salita al 6-7% per circa 1.5 km al termine della  quale (quota 650 mt) si gira a SX e si continua su strada imbrecciata in falso piano per 1 km. Svoltiamo a DX (attenzione al bivio) lasciando la strada principale per il successivo sentiero.

Questa parte di percorso è lunga circa 4.8 km ed è caratterizzato da fondo sterrato alternato da tratti dove sono presenti pietre mosse, la prima parte presenta alcuni sali e scendi seguiti da una breve discesa, che nella parte iniziale è più impegnativa causa presenza di sassi e successivamente veloce per il fondo sterrato battuto.

In corrispondenza della località “Picciati” inzia la vera e propria discesa su fondo sterrato e largo per poi diventare single track nella parte terminale  in prossimità dell’ attraversamento del fiume Carpina (quota 390 mt) . (IMPORTANTE: il guado è percorribile senza bagnarsi anche in inverno nei periodi non piovosi).

Siamo dunque nella valle del Carpina, il cui nome deriva dall’omonimo torrente che vi scorre (il Carpina per l’appunto, affluente del fiume Tevere) un ambiente vergine ed incontaminato, ricco, a livello botanico,  e a livello paesaggistico di piccoli tesori, come le cascatelle in serie, le piscine naturali, i ponticelli in legno e gli antichi mulini.

Il percorso prosegue su strada imbrecciata dove in località Cai Gisti per i meno allenati c’è la possibilità di rientro in paese.

Per chi prosegue invece c’è da affrontare la salita verso Pieve De’ Saddi  di 2.6 km con pendenza media 8.1% su strada ampia con fondo imbrecciato.

In loc. Pantano si lascia la strada principale e svoltando a dx si percorre un tratto abbastanza tortuoso che termina in loc. Palazzo Del Riccio (quota 630 mt),  dove ci immettiamo nelle strada principale che conduce in Loc. Candeggio. Percorrendo questo tratto possiamo ammirare alla nostra SX il complesso di Pieve De’ Saddi.

Ora rifiatiamo dato che ci aspettano diversi km relativamente facili e possiamo ammirare il panorama a 360°, vedendo in lontananza le vette più alte di questa zona dell’ Appennino (M. Nerone, M. Catria e M. Cucco).

Come dicevamo, per alcuni km il percorso è per lo più pianeggiante con la presenza di qualche facile salita, il fondo è in asfalto e la carreggiata è ampia.

Ci immettiamo poi nella Sp106 che collega Pietralunga e Città di Castello per circa 1 km, questa verrà lasciata in corrispondenza della fine della salita, in località “Perrubbio” a quota 800 mt, svoltando a sinitra per affrontare la strada del “Montaccio”, di circa 2.8 km su fondo imbrecciato e sconnesso costituito da continui Sali e scendi.

Finito questo tratto ci immettiamo nella strada comunale che conduce in loc. Rapastello.

Il percorso prosegue in discesa per circa 800 mt sulla strada principale per poi deviare su un sigle track  con fondo sterrato di circa 1.5 km che ci porterà in loc. Pagialla.

Qui affrontermo la discesa del cimitero di Pagialla, che possiamo dividere in due parti, la prima veloce su fondo ghiaioso e la seconda sempre più tecnica ma sempre veloce su fondo sterrato con un ultimo tratto ripido.

La discesa termina in Loc. Casa del Fattore dove proseguiamo per la strada comunale asfaltata per 1.6 km dove in località “Molino Maccherone” ci accingiamo ad affrontare l’ultima salita di giornata 1.7 km al 7% su fondo ghiaioso, che terminerà in corrispondenza del bio agriturismo “La Cerqua”.

Ora ci attende un tratto ondulato che ci porta ad affrontare l’ultima breve discesa con fondo ghiaioso notevolmente smosso.

Ritorniamo sulla strada provinciale  SP106 e in 2 km circa siamo alla fine del percorso con ritorno al punto di partenza.

  • lunghezza 38 km
  • dislivello 1130m
  • percorrenza 3h 40m
  • Frecce verdi su sfondo bianco con indicato MTB 02
  • Piazza 7 maggio – 06026 – Pietralunga (PG).